Descrizione Tecnica.

Lucidatrice

SPAZZOLATRICE AUTOMATICA

L’impianto sarà composto da un robusto basamento in lamiera elettrosaldata , su cui sono montate le guide per la testa di spazzolatura  ,della contropunta e delle due lunette
Il basamento sarà costituito da un  troncone da  fissare a pavimento presso il cliente.
La lunghezza totale del basamento sarà non superiore a 6,8 mt  ( in modo da entrare fra due pilastri ) per una lunghezza utile di barra lavorabile di 5.000 mm .
Sulla parte posteriore del basamento , contenendo quanto più possibile gli ingombri sarà montato il carro porta testa di spazzolatura .
Sul lato sinistro della macchina sarà posto il mandrino della macchina , predisposto per portare i coni di centraggio .La parte anteriore del basamento porta due guide per lo scorrimento della contropunta e delle lunette di sostentamento della barra in fase di carico / scarico.

    Caratteristiche tecniche Misura
    elementi da lavorare                           barre  e tubi a sezione circolare
    materiale                                                      acciao legato temprato, acciaio temprato/cromato
    lunghezza max barra         5.000 mm
    lunghezza min barra 50 mm
    diametro min barra 20  mm
    max diametro in rotazione 500  mm
    diam. max disco lamellare 500  mm
    diam. min disco lamellare 350 mm
    larghezza disco lamellare 75 mm

TESTA SPAZZOLATRICE

La testa porta spazzola sarà montata al carro della macchina il quale scorre mediante ruote biconiche su due barre temprate e cromate sia per realizzare il movimento longitudinale ( X ) di corsa circa 5.500 mm che quello trasversale ( Y ) di corsa approssimativa  350 mm .
Il moto al carro longitudinale sarà dato mediante  sistema pignone cremagliera da un motore brushless SIEMENS di opportuna potenza .

vgt500 Testa spazzolatrice

Il moto al carro trasversale ( Y )  sarà dato mediante sistema vite /chiocciola a ricircolo di sfere opportunamente dimensionato da un motore SIEMENS  di opportuna potenza .
Le posizioni dei due carri sarà individuata dagli encoder premontati sui motori .
Sulla piastra del carro trasversale sarà montato il mandrino porta spazzola , il quale girerà su cuscinetti di precisione ; posteriormente porterà gli attacchi al motore ed anteriormente sarà tale da consentire il montaggio della spazzola . Un carter proteggerà quest’ultima quanto più possibile in relazione all’uso agevole della macchina.
Il motore  che trasmette la potenza al mandrino sarà alimentato da inverter vettoriale SIEMENS in modo da poter programmare il n° di giri della spazzola e controllare la coppia / potenza assorbita dal motore stesso durante la lavorazione .
La coppia assorbita sarà programmabile durante le varie fasi di lavorazione ed interagirà con la posizione dell’asse trasversale in modo che spostamenti di quest’ultimo forzino la coppia a restare nei range consentiti di funzionamento per la specifica fase.

MANDRINO

Sul lato estremo sinistro della macchina sarà posizionata la struttura del  mandrino atto al sostentamento e rotazione della barra in lavorazione . Il mandrino anteriormente sarà costruito in modo da accettare le attrezzature specifiche di sostentamento barra , mentre posteriormente sarà fissata la motorizzazione . La motorizzazione del mandrino è costituita da un motoriduttore con motore CA dotato di inverter  in modo da poter programmare il numero di giri della barra in fase di impostazione ricetta di lavorazione.
Il mandrino girerà su cuscinetti conici di precisione  dimensionati in relazione alla spinta della contropunta.

CONTROPUNTA

La struttura della contropunta scorre sulle guide posizionate nella parte anteriore della  macchina . Il movimento per il piazzamento alle diverse posizioni relazionate alla lunghezza della barra avviene mediante sistema manuale .

vgt500 Contropunta

Un cilindro oleodinamico controllato da regolatore di pressione manuale + manometro consentirà di regolare alla giusta pressione il cilindro e quindi di dare la giusta spinta assiale alla barra per poter essere posta in rotazione sotto lo sforzo della lavorazione. Il bloccaggio della contropunta nella posizione di lavoro sarà di tipo automatico .

LUNETTE A SCOMPARSA DI SOSTENTAMENTO

Trattasi di due lunette posizionabili assialmente e radialmente . Il posizionamento assiale dipende dalla lunghezza della barra in lavorazione e sarà manuale .
Quello radiale dipenderà dal diametro della barra e sarà anch’esso manuale .
Le lunette avranno il compito fondamentale di sostenere la barra nella fase di CARICO / SCARICO , in modo che l’asse della stessa coincida con l’asse determinato da punta e contropunta .
Nella fase di scarico le lunette depositeranno le barre lavorate su di un piccolo scivolo in modo che l’operatore possa caricare la barra successiva prima di evacuare quella lavorata .
Durante il lavoro a seconda delle esigenze le lunette possono essere escluse o lasciate incluse .
Nel caso si lavori con lunette escluse dopo il carico barra e la chiusura delle contropunta le lunette si posizioneranno a “ riposo “ fuori ingombro .
Alla fine del ciclo automatico di lucidatura si riporteranno automaticamente in posizione di sostentamento barra , in modo che all’apertura della contropunta la barra si appoggia sulle lunette.
Nel caso si lavori con lunette incluse , queste resteranno costantemente nella posizione di lavoro .

INSONORIZZAZIONE

La macchina sarà completamente chiusa in una cabina insonorizzante in modo da contenere al livello minimo possibile il rumore proveniente dalla lavorazione .
La cabina sarà predisposta per la connessione ad un Vs sistema di aspirazione .

vgt500 Insonorizzazione
Un portellone anteriore composto da due sezioni con apertura automatica verso l’alto garantirà la chiusura completa della macchina durante la lavorazione .

La gestione del portellone garantirà la chiusura automatica dello stesso quanto si lavora in ciclo automatico dopo lo START CICLO . Nel caso di lavorazioni in ciclo manuale il portellone potrà rimanere aperto o chiuso dipendendo dalla scelta dell’operatore.

MODO DI FUNZIONAMENTO

Mediante la tastiera del CNC seguendo le indicazioni della maschera del video si impostano i dati necessari all’automatismo

  • Velocità di traslazione assiale (di lavoro) testa spazzolatrice
  • Velocità di rotazione spazzola
  • Velocità di rotazione barra
  • Pressione della contropunta

AUTOAPPRENDIMENTO

Ai dati sopra elencati relativi alla ricetta di un dato particolare andranno ad aggiungersi i dati
Raccolti durante il ciclo di auto- apprendimento

Utilizzando i movimenti manuali  longitudinale e trasversale , si segue il profilo del pezzo in lavorazione e per ogni segmento  si associano due punti (appresi) ed il valore di corrente assorbita ( il valore amperometrico si manterrà all’interno di un campo di isteresi predeterminato a programma) entro il quale la macchina deve mantenere il suo funzionamento nel segmento associato. Naturalmente l’albero in lavorazione può essere sia cilindrico che conico .

CICLO DI LAVORO

  • Si prepara la macchina inserendo la ricetta relativa all’albero da lavorare
  • Si regola la posizione della contropunta agendo sull’apposito selettore e si blocca con bloccaggio automatico
  • Si regola manualmente la posizione assiale e trasversale delle lunette
  • Si carica un pezzo appoggiandolo sulle lunette e chiudendo la contropunta idraulica
  • Si completa la ricetta con i dati ottenuti dall’auto apprendimento

A questo punto :

  • 10 – Start ciclo automatico
  • 20 – Il portellone si chiude
  • 30 – Viene eseguito un ciclo completo, sia composto da una sola passata, sia da andata e ritorno
  • 40 – La testa di lavoro si porta in posizione di riposo e la rotazione viene fermata
  • 50 – Il mandrino viene fermato
  • 60 – La contropunta si apre previo posizionamento delle lunette
  • 70 -  Il portellone si apre

VERNICIATURA

Macchina verde ral 6011 ( o a Vs richiesta)
Parti in movimento giallo ral 1018 ( o a Vs richiesta)

 

Lucidatrice
Lucidatrice
Contropunta
Contropunta
Lucidatrice e testa
Lucidatrice e testa
Armadio elettrico
Armadio elettrico
Quadro controllo
Quadro controllo
Lucidatrice con sollevatore
Lucidatrice con sollevatore
Lucidatrice in azione.